kendo & jappy

Samurai day (di kendo, di iaido e di naginata)

In un attimo di ottimismo mi sono organizzata un sabato da vera Onna-geisha:

  • 2h 30 di stage di naginatata
  • 1h 30 di lezione di iaido
  • 2h di assistenza e jigeiko libero per gli esami dei kyusha di kendo

Il kendo è e resta la mia prima natura, non mi dispiace però sondare nuovi orrizonti.

Se il kendo è cocito a misura su di me, lo iaido – per me – è come entrare in vestito di organza di due taglie più piccolo. Rigido, rigoroso, statico e molto molto stretto. Certo è bello ed elegante come poche altre cose, ma, cielo, come mi è stretto! Soffro. Soffrono le mie ginochia, soffre la mia anarchia, e l’eleganza del gesto e dello iaido compensano si, ma è e resta una consolazione. Si spera almeno che faccia bene al mio kendo, forse.

La naginata invece è la sorellina leggera ed elegante del kendo. Stesse dinamiche, armi e guardia diversa, ed una maggior elenganza e bellezza… e molto molto meno contatto. Mi piace. Ci fosse modo e tempo sarebbe veramente interessante da approfondire. La situazione però è quella che è, e la naginata resta un piccolo sogno part-time. Continue reading “Samurai day (di kendo, di iaido e di naginata)”

kendo & jappy

Sogni di Naginata

naginataHo già parlato a spizzichi e bocconi delle donne samurai e del fatto che, per via della differenza di stazza con i colleghi maschi (e le donne giapponesi sono generalmente molto minute), generalmente usavano la naginata (l’equivalente del nostro falcione medievale), che permetteva una maggior distanza – e quindi un minor contatto – e un minor uso della forza.

La naginata-do è l’arte marziale modernizzata mutuata dalle arti delle donne samurai. E’ un’arte marziale estremamente di nicchia, praticata in Italia da pochissimi e pressapoco sconosciuta. Se già il kendo è un’arte minore e un po’ bistrattata, beh la naginata né è la sorellina minore.

Eppure è un po’ che mi gira in testa il tarlo della naginata. Così  ho scovato uno dei pochissimi corsi di naginata in Italia e sono andata a provare – nonostante il ginocchio rotto. Come era prevedibile è stato amore a prima vista. Continue reading “Sogni di Naginata”