tra la via emilia e il west

Gli amici, a volte, si ereditano

Ho una nuova amica, credo. L’ho eredita da uno dei miei angeli custodi bolognesi, quando lei – per lavoro – si è traferita a Torina, e l’amico, candidamente, mi ha chiesto di prendermene cura.

Ci andiamo a genio, è sveglia, allegra, solare. Mi ricorda maledettamente me, quando da Torino mi sono trasferii a Bologna, sei anni fa. Trovo analogie nel viaggio, nella voglia di fare, in quell’iperattività da adrenalina del cambiamento, nella voglia di essere liberi, indipendenti, autonomi. Lei è solare, però, mentre io, solare, non lo sono mai stata.

E’ divertente, mi è simpatica, cerco di aiutarla ad ambientarsi, anche se ho la netta sensazione che non si lacerà aiutare più di tanto (e questo le fa onore). Credo che sia un po’ stupita della mia disponibilità, ma in fondo, io so bene quale è la strada che sta percorrendo, quali sono le difficoltà, le differenze, i cambiamenti. So anche che, al di là dell’entusiasmo, non è una strada facile. Quindi, se posso. le do una mano, semplicemnte perché avrei veramente voluto che, quando mi trasferii io, qualcuno – anziché farmi terra bruciata attorno, avesse aiutato me.

Credo che una delle cause del mio disastro Bolognese sia stato – anche – il non essere stata aiutata ad ambientarmi, a crearmi una rete, dei punti di riferimento autonomi e indipendenti (anzi nel mio caso di è di fatto tentato di fare assolutamente l’opposto). Senza rete indipendente, senza riferimenti, ho tenuto in piedi una situazione ingestibile sino al punto in cui non mi è poi esplosa in faccia, creando un deserto nucleare.

Per quanto io possa conoscere poco la nostra eroina, non le auguro certo che la sua avventura Torinese segua le orme della mia, e, a dire il vero, non lo augurerei neanche al mio peggior nemico. Per questo, per quanto è in mio potere, cercherò di fare il possibile affinché la sua permanenza nel regno sabaudo le sia lieve.

Non sono un angelo per questo, sono solo una persona decente. Inoltre credo fermamente in una versione tutta mia della legge del Kharma: tu sii gentile con gli altri, e quella gentilezza in qualche modo, probabilmente da un’altra parte, ti tornerà.

Annunci

2 thoughts on “Gli amici, a volte, si ereditano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...